Museu

MuseuLiceo Classico J. Stellini

Apenas em italiano

Informações do museu

Sobre o museu

VITA

Personaggio di spicco per la vita politica e culturale udinese nell’Ottocento, è stato riscoperto negli ultimi decenni dopo un periodo di oblio. Nato nel 1797 dal Conte Nicolò e dalla Contessa Silvia Caiselli, si formò a Bologna nel collegio dei padri Barnabiti. Tornato in città, occupò prestigiose cariche pubbliche, diventando tra l’altro potestà di Udine e direttore del liceo cittadino nonché presidente dell’Accademia di Udine. Morì a 86 anni nel 1883.

IL COSTITUIRSI DELLA COLLEZIONE DI TOPPO

Possiamo seguire la genesi e lo sviluppo della collezione di Toppo attraverso le notizie che ci sono state tramandate dal suo stesso fondatore e da quanto registrato nella ricca letteratura specifica locale. Il padre Nicolò conservava, ancor prima della nascita di Francesco, epigrafi, sarcofagi e bassorilievi provenienti da Aquileia, rilievi di carattere decorativo e architettonico (tra cui frammenti della decorazione scultorea del foro aquileiese) e resti di sarcofagi del II e III secolo d.C., che esponeva nel giardino della sua villa a Buttrio. La raccolta si arricchisce all’inizio dell’Ottocento, con l’acquisizione di alcune are-ossuario e rilievi alto e bassomedievali.

Francesco di Toppo, esponente della nobiltà friulana, non si sottraeva all’impegno nella vita civile: era tendenzialmente un conservatore illuminato, aperto agli influssi della cultura francese e permeato di idee romantiche. Perciò, per molti anni conservò con cura la collezione di famiglia a Buttrio e nella casa di Udine. Profondamente interessato all’archeologia, nel 1859 riprese gli scavi iniziati dal padre alla Colombara di Aquileia. Anche se i materiali rinvenuti non erano quasi mai corredati da precise informazioni di provenienza, gli scavi consentirono di recuperare almeno 25 epigrafi nel primo quinquennio a cui se ne aggiunsero almeno altre 15 negli anni seguenti. Il numero totale delle sepolture individuate poi nell’intera area aquileiese ammontò a parecchie centinaia.

La collezione di Toppo è stata trasferita ai Civici Musei di Udine, tramite una donazione dello stesso Francesco, nei quali è tutt’ora visitabile.

 

Planeje sua visita

  • Il Morettino 2, 1, Piazza I Maggio, Borgo Gemona, San Gottardo, Udine, UTI del Friuli Centrale, Friul-Veneza Júlia, 33100, Itália

Análises

Nenhum comentário ainda

Escreva a primeira análise
A minimum rating of 1 star is required.
Please fill in your name.

Crie seus próprios tours em áudio!

O uso do sistema e do aplicativo de guia móvel é gratuito

Iniciar

App preview on iOS, Android and Windows Phone