Museu

MuseuMuseo Mineralogico, Paleontologico e della Zolfara di Caltanissetta “Sebastiano Mottura”

Informações do museu

Sobre o museu

Assistir Vídeo

Una nuova struttura, recentemente inaugurata, ospita attualmente in viale della Regione, il Museo Mineralogico, Paleontologico e della Zolfara “Sebastiano Mottura”, più semplicemente noto come Museo mineralogico di Caltanissetta, che prima era sito all’interno del limitrofo Istituto Minerario “Mottura”. Una ricca collezione di minerali e fossili è custodita tra le sue mura, insieme ad un’esposizione permanente dedicata alla tecnologia dello zolfo di Sicilia. Al suo interno si subisce il fascino dello scintillio di circa cinquemila minerali, tra i quali è degna di nota una preziosa aragonite servita da ispirazione per le architetture della nuova struttura museale. La collezione del Museo è stata paragonata ad un album di famiglia della Terra con i suoi splendidi minerali che provengono da ogni parte del mondo: ambra, ametista, oro, pirite, acquamarina, smeraldi, malachite, berillo, cristalli di zolfo e tanto altro. È la Regia Scuola Mineraria, fondata da Sebastiano Mottura, che crea la collezione a scopi didattici, poi arricchita nel corso degli anni, per esempio col dono di un prezioso meteorite da parte dell’imperatore di Etiopia. Ma il fascino della Regia Scuola Mineraria, oltre a ispirare i doni degli imperatori, ha anche ispirato lo scrittore siciliano Andrea Camilleri a scrivere il romanzo “Il nipote del Negus”, tratto da una storia vera. Accanto alla collezione mineralogica, bisogna anche sottolineare l’importanza della collezione di fossili: un esemplare di "Ammonite Arietites" del Giurassico spicca tra modellini, plastici, miniature e reperti legati alle miniere di zolfo e alla civiltà mineraria. La singolare storia di Caltanissetta, capitale mondiale dello zolfo tra i secoli XIX e XX è, così, magistralmente narrata dal Museo.

                                                                 Distretto Turistico delle Miniere

I.I.S.S. "Sebastiano Mottura"

Viale della Regione 71, 93100 Caltanissetta

Aperto dal lunedì al sabato dalle 09.00 alle 13.00

Telefono: 0934 591280 Fax: 0934 556662 

Email cliso1200p@istruzione.it

Accesso per i portatori di disabilità motorie

Guida in Italiano

Parcheggio riservato e libero

O que há de novo

CIMITERO DEI CARUSI

12 novembre 1881. Ore: 6.00 AM Solfara di Gessolungo, Caltanissetta.

250 minatori stanno scendendo in miniera come ogni mattina. Uno scoppio di grisou provoca un violento incendio innescato dalla fiamma di una lampada ad acetilene. 55 uomini, anche se feriti, riescono a mettersi in salvo. 65 uomini muoiono sul colpo. 16 uomini muoiono in ospedale per le enormi ferite riportate. Quegli uomini erano zolfatari nisseni. 19 di loro erano “carusi”, bambini di età compresa tra i 6 e i 14 anni, il cui nome in dialetto siciliano deriva dall’espressione latina “carens uso”, cioè “mancante di esperienza”. Ai carusi spettava il lavoro più duro, ma fondamentale, della miniera: trasportare all'esterno il materiale estratto dalle viscere della terra. Le loro condizioni di lavoro, a prescindere dal fatto che si trattasse di lavoro minorile, erano talmente disagiate, brutali, disumane da essere vicine allo schiavismo. Nella tragedia di Gessolungo del 12 novembre 1881, una delle più gravi consumatesi nelle solfare siciliane, quando venti giorni dopo l’esplosione furono recuperati 55 corpi delle vittime, a 9 carusi non si riuscì nemmeno a dare un nome: privati della loro infanzia, privati della luce del sole per vivere nelle viscere della terra, i carusi erano privati anche della loro identità e spesso se ne dimenticava persino il nome. Fu tale la commozione per la morte di tanti zolfatari e di tanti bambini a Gessolungo, che la popolazione richiese e ottenne la sepoltura delle vittime in un cimitero appositamente costruito nei pressi della miniera. Il cimitero, oggi recuperato, è noto come “Cimitero dei Carusi” e ricorda la memoria delle vittime delle miniere dei secoli scorsi, vittime dello zolfo, che ha illuso e poi deluso generazioni di siciliani.

https://www.youtube.com/watch?v=oq5GOeQ8iGw

Planeje sua visita

  • Viale della Regione, Caltanissetta, CL, Sicília, 93100, Italia
  • Hoje:
    09:00 - 17:00
    Seg
    9:00 - 13:00
    Ter
    9:00 - 13:00
    Qua
    9:00 - 13:00
    Qui
    9:00 - 13:00
    Sex
    9:00 - 13:00
    Sab
    9:00 - 13:00
    Dom
    Fechado
    Mostrar todos os horários de funcionamento

Análises

5 avaliações

Avalie este passeio
A minimum rating of 1 star is required.
Please fill in your name.
  • Valerio

    5 out of 5 rating 09-08-2019

    Splendida iniziativa che permette di valorizzare e far conoscere, anche a chi non può fisicamente recarsi sul luogo, questo splendido Museo!

  • Valerio

    5 out of 5 rating 09-08-2019

    Una bella iniziativa che permette di valorizzare e far conoscere, anche a chi non può recarsi fisicamente sul luogo, questo splendido Museo!

  • Oscar

    5 out of 5 rating 09-08-2019

    Davvero una bella iniziativa che permette di valorizzare e far conoscere, anche a chi non può recarsi fisicamente sul luogo, questo splendido Museo!

  • Antonio

    5 out of 5 rating 09-05-2019

    Meravigliosa la descrizione dei minerali! Attraverso la riproduzione audio-video si riesce a vivere l’emozione di un tour reale pur stando a casa propria. Complimenti

  • Serena

    4 out of 5 rating 05-08-2018

    La guida è un validissimo supporto per la conoscenza diretta o virtuale del Museo.

Crie seus próprios tours em áudio!

O uso do sistema e do aplicativo de guia móvel é gratuito

Iniciar

App preview on iOS, Android and Windows Phone