Museo

MuseoMuseo Regionale di Aidone

Info museo

Riguardo il museo

Il Museo archeologico regionale di Aidone, nato nel 1984, espone una selezione dei reperti provenienti dall'area di Morgantina
La sede museale, è l'ex Convento dei Padri Cappuccini, realizzato tra il 1611 ed il 1613 sotto la reggenza di Padre Gregorio da Castrogiovanni.
L'impianto architettonico originario, comprendente anche la chiesa dedicata a San Francesco è stato oggetto di un intervento di adeguamento nel 1984, quando fu adibito a sede museale.
Si accede al museo dalla chiesa di San Francesco la cui navata è in parte utilizzata come sala per le conferenze.

Il museo illustra la storia di Morgantina dall'età del bronzo all'età romano-repubblicana.
Il sito di Morgantina fu abitato fin dalla preistoria. I resti più antichi finora noti di un abitato sono stati ritrovati sul colle della Cittadella e risalgono al XIII secolo a. C., periodo in cui la zona centrale della Sicilia, secondo la tradizione storica, viene occupata dai Morgeti popolazione alla quale Morgantina deve probabilmente il nome.
Sempre sullo stesso colle della Cittadella, a partire adl VII sec.a.C. si sviluppa un insediamento del quale sono stati messi in luce alcuni edifici pubblici che conservano notevoli esemplari di terrecotte architettoniche. Nel 459 a. C. questo abitato venne assediato e distrutto dai Siculi di Ducezio. Intorno alla metà del V secolo a.C. una nuova città sorge nella vicina Serra Orlando caratterizzata da un impianto urbanistico ortogonale tipico delle città greche di nuova fondazione.
Nel III secolo, soprattutto durante il regno di Ierone, la città cresce in floridezza come si evince dai resti degli edifici monumentali di quell'epoca e dai ricchi corredi delle abitazioni.
La risistemazione dell'agorà, dopo la distruzione del 211 a. C., e l'esistenza di edifici databili fino al 50 a. C. circa, documentano la fase romana della città che successivamente, in età romano-imperiale, subisce un progressivo abbandono.

Le collezioni. La raccolta dei materiali esposti proviene dagli scavi condotti, a partire dagli anni '50, dalla Missione delle Università di Princeton e Virginia e dalle Soprintendenze di Siracusa, Agrigento ed Enna.

sale 1, 2 : introduttive con pannelli documentari e vista sul chiostro; sala dei pithoi
sale 3, 4: i santuari Nord e Sud e il santuario di C.da San Francesco Bisconti (degni di nota i busti votivi con decorazione policroma)
sala 5 : gli Acroliti
sala 6 : la dea
sala 7 : l’architettura pubblica (con la parziale ricostruzione della fontana monumentale)
sala 8 : le terme settentrionali (con ricostruzione grafica del fregio di Cibele)
sala 9 : gli Argenti della casa di Eupòlemos
sala 10 : l’insediamento preistorico e protostorico; Morgantina in età greca arcaica: l’abitato (da notare lo splendido cratere di Euthymides rinvenuto in un edificio probabilmente destinato al pubblico simposio) e le necropoli dai ricchissimi corredi.
sale 11 -12 : Morgantina in età ellenistico-romana: l’abitato, gli edifici pubblici, i santuari, le necropoli, le monete.

Pianifica la visita

Recensioni

6 recensioni

Recensisci questo tour
A minimum rating of 1 star is required.
Please fill in your name.
  • Enzo

    5 out of 5 rating 11-17-2016

    Lavoro accurato e preciso, eccellente.

  • Alessandra

    5 out of 5 rating 09-11-2016

    audio guida ben fatta!

  • kaue

    5 out of 5 rating 10-19-2015

    legal

  • Calogero Craparotta

    5 out of 5 rating 09-09-2015

    ottima esposizione

  • magico posto

    5 out of 5 rating 08-12-2015

    consigliato vivamente

Crea i tuoi audio tour!

L'uso del sistema e l'app di guida per dispositivi mobili sono gratuiti

Avvia

App preview on iOS, Android and Windows Phone